La cera d’api per il legno

makera-cera-dapi-per-legno

La cera d’api per il legno

La cera d’api per il legno 1000 667 makera

La cera d’api nonostante sia un sottoprodotto della lavorazione del miele è ricca di proprietà benefiche. Vediamo insieme come viene prodotta e quali sono i  suoi impieghi nella lavorazione del legno.

Come nasce la cera d’api
La cera è prodotta dalle api operaie mediante otto ghiandole che sono localizzate nella parte ventrale dell’addome
, dove vengono convertiti  gli zuccheri in cera. Tale prodotto viene rilasciato sotto forma di piccole scaglie che, successivamente, sono assemblate dalle api mellifere per creare il favo dove le larve cresceranno e il miele verrà prodotto e distribuito.

Le proprietà della cera d’api
La cera d’api seppur meno conosciuta del miele trova nella realtà molti utilizzi. Gli egiziani utilizzavano questa risorsa  naturale nella costruzione delle navi data la sua proprietà impermeabile, proprietà sfruttata anche dai romani per  proteggere i dipinti murali dall’acqua.

Elemento considerato sempre molto prezioso, la cera d’api  in epoca moderna è un prodotto largamente diffuso e impiegato in ambito cosmetico e farmacologico per le sue proprietà emollienti, nutritive e ricostituenti.

Nel settore alimentare viene preferita alla plastica per rivestire i formaggi durante la stagionatura, essendo un prodotto naturale.

La cera d’api per il legno
Nell’artigianato e nel fai da te è spesso impiegata la cera d’api per il trattamento di superfici o oggetti in legno. Essendo un materiale ecosostenibile e naturale risulta perfetto per lucidare il legno.

Possiamo trovarla in commercio in due forme diverse. si presenta come un panetto e in questo caso deve essere diluita. Il solvente che viene impiegato è l’essenza di trementina, un solvente vegetale, dalle tonalità ambrate e un caratteristico odore di conifere. Oppure possiamo trovarla già diluita e in differenti colorazioni.

E’ importante ricordare che ogni tipo di legno ha bisogno della sua specifica manodoperaLegni duri richiedono un prodotto più diluito, mentre legni teneri si possono lucidare con cere più concentrate.