makera-cera-dapi-per-legno
La cera d’api per il legno 1000 667 makera

La cera d’api per il legno

La cera d’api nonostante sia un sottoprodotto della lavorazione del miele è ricca di proprietà benefiche. Vediamo insieme come viene prodotta e quali sono i  suoi impieghi nella lavorazione del legno.

Come nasce la cera d’api La cera è prodotta dalle api operaie mediante otto ghiandole che sono localizzate nella parte ventrale dell’addome, dove vengono convertiti  gli zuccheri in cera. Tale prodotto viene rilasciato sotto forma di piccole scaglie che, successivamente, sono assemblate dalle api mellifere per creare il favo dove le larve cresceranno e il miele verrà prodotto e distribuito. Le proprietà della cera d’api La cera d’api seppur meno conosciuta del miele trova nella realtà molti utilizzi. Gli egiziani utilizzavano questa risorsa  naturale nella costruzione delle navi data la sua proprietà impermeabile, proprietà sfruttata anche dai romani per  proteggere i dipinti murali dall’acqua. Elemento considerato sempre molto prezioso, la cera d’api  in epoca moderna è un prodotto largamente diffuso e impiegato in ambito cosmetico e farmacologico per le sue proprietà emollienti, nutritive e ricostituenti. Nel settore alimentare viene preferita alla plastica per rivestire i formaggi durante la stagionatura, essendo un prodotto naturale. La cera d’api per il legno Nell’artigianato e nel fai da te è spesso impiegata la cera d’api per il trattamento di superfici o oggetti in legno. Essendo un materiale ecosostenibile e naturale risulta perfetto per lucidare il legno. Possiamo trovarla in commercio in due forme diverse. si presenta come un panetto e in questo caso deve essere diluita. Il solvente che viene impiegato è l’essenza di trementina, un solvente vegetale, dalle tonalità ambrate e un caratteristico odore di conifere. Oppure possiamo trovarla già diluita e in differenti colorazioni. E’ importante ricordare che ogni tipo di legno ha bisogno della sua specifica manodoperaLegni duri richiedono un prodotto più diluito, mentre legni teneri si possono lucidare con cere più concentrate.
makera-design-maker-fire-roma
Maker Faire Roma: innovazione e creatività 680 260 makera

Maker Faire Roma: innovazione e creatività

Edizione tutta italiana per Maker Faire che ha scelto Roma come capitale europea per la sua European Edition.

La fiera nata dall’idea di un magazine, Make Magazine, è diventata dopo 10 anni l’evento che più di tutti abbraccia le realtà del fai da te tecnologico. E’ il luogo perfetto di incontro tra Makers e appassionati della  cultura digitale, centro di innovazioni e dimostrazione di come l’imprenditorialità individuale e collettiva possa accrescere il marcato dell’artigianato digitale a livello mondiale. Nel 2015 la tappa romana di Maker Faire ha visto numeri da capogiro: oltre 100.000 presenze452 progetti esposti, 511 tra conferenze, live talk e workshop16.400 studenti partecipanti all’”Educational Day” . La IV edizione di Maker Faire Rome si svolgerà dal 14 al 16 ottobre 2016 presso la Fiera di Roma con centinaia di progetti, idee ed invenzioni di makers, startup, PMI innovative, scuole, università e Fab Labs provenienti da tutto il mondo ma soprattutto dall'Europa. Per noi di Makera Desisgn è una grande emozione partecipare come espositori. Scienza, tecnologia, innovazione, confronto e tanto divertimento racchiusi in un unico evento. I nostri prodotti, come cover, portafogli e molto altro, realizzati in legno ecosostenibile vi aspettano al Padiglione 8 - Posizione A4. Non mancare!
makera-desisgn-cover-legno
L’artigiano digitale e il suo mondo 2800 1535 makera

L’artigiano digitale e il suo mondo

L’artigiano digitale è una nuova professione in cui l’artigianato classico si fonde con le nuove tecnologie digitali per dar vita a prodotti innovativi e fortemente personalizzati.

  Qual è l’idea dei digital Makers I Makers non vedono differenza tra pratica e teoria ma fanno delle loro conoscenze un punto di partenza per la creazioni di progetti personali che portano alla realizzazione di veri prodotti di artigianato. I digital Makers partono dal più classico DIY - Do It Yourself  dove i nuovi approcci alla produzione digitale e il basso costo dei prodotti, creare un vero e proprio business dell’artigianato digitale. La rivoluzione dell’artigiano digitale è proprio quella di sfruttare un’intuizione e le open source, dargli vita con la propria mente e le proprie mani e creare dei pezzi unici attraverso i quali diffondere il  Made in Italy. Come mettere in pratica il progetto In Italia l’artigiano digitale sta prendendo sempre più forma, anche se non ci sono dei veri percorsi strutturali da seguire. L’iniziativa personale è il vero motore e la condivisione delle informazioni la sua spinta. E’ quest’ultima la vera rivoluzione delle nuove professioni digitali: i Makers non si limitano soltanto a maneggiare e realizzare prodotti artigianali ma mettono a disposizione di tutti, in rete o in spazi di coworkign artigiano, le conoscenze raggiunte, le funzionalità utilizzate, le invenzioni e le creazioni  al fine di creare una rete d’informazioni in cui tutti gli artigiani del 21° secolo possano inserirsi e sviluppare i loro progetti. Sperimentare, creare, condividere  sono i cardini dell’ideologia degli artigiani digitali. Vedere al di là delle semplice cose, perché saper vedere in un pezzo di legno una creazione non è da tutti ma se ci riesci allora hai in mano un potere che si chiama artigianato e se lo unisci alle nuove tecnologie come laser cutter, macchine CNC, stampanti e scanner 3D allora avrai creato un pezzo di artigianato digitale. Inserirsi in una nicchia particolare e diventare un punto di riferimento per tutti gli altri artigiani senza mai dimenticare che le cose se fatte con passione e dedizione creeranno uno storytelling che è il principale strumento commerciale per la diffusione del proprio progetto.
Makera Design 1900 1429 makera

Makera Design

Makera: un seme piantato nel 2015

"Mi ha sempre affascinato “creare”, inteso come sperimentare quel qualcosa di gratificante che si prova nel dar forma ad un’idea e lavorarla con le proprie mani fino a farla diventare realtà." Sono queste le parole dell'ideatore e creatore del progetto Makera Design. Le nuove tecniche di artigianato digitale hanno rapprensentato per lui quello che la penna rappresenta per uno scrittore, l’estensione delle dita necessaria per rendere “materia” il disegno di un oggetto, la soluzione ad un problema, la risposta ad un esigenza, che altrimenti continuerebbero a vivere solo nella testa. Il marchio nasce dall’unione di due parole: Make+Era. Si ispira alla comunità dei “Maker”, il movimento culturale contemporaneo basato su nuovi processi d'innnovazione tecnologica e produttiva. Grazie all’adozione di licenze libere, questa comunita’ crescente di nuovi artigiani mette a disposizione i risultati raggiunti, condividendo progetti “open source” che hanno dato l’opportunita’ a Makera Desisg  di costruire una fresa a controllo numerico e una macchina laser entrando a far parte cosi del mondo dei "Maker". Makera e’ un mix di tecnologia, amore, artigianalita’ e cura per l’ambiente, dove il tipico “know how” di un artigiano tradizionale si fonde con l’approccio contemporaneo della nuova era digitale. Il risultato esprime prodotti unici e contemporanei che abbinano lo stile Italiano ad un’anima eco-sostenibile.